Shanghai-Acquarium
Shanghai-Acquarium

Lampada ventilata - fan-cooled bulb

Lampada con ventilazione interna  tipo A68

La lampada consente un grande risparmio di energia in confronto delle lampade tradizionali.

Può essere utilizzata in abitazioni, uffici, medie aree interne ed esterne, viali pedonali,ecc..

La dissipazione del calore viene efficacemente effettuata attraverso un sistema brevettato di ventilazione, con assenza di condensatori elettrolitici e lubrificanti oleosi

Ampio fascio luminoso e grande resa colore. Vita di oltre 30mila ore.

Assenza di vibrazioni e sfarfallii. Accensione immediata

 
Lamp with internal ventilation  A68 type
The lamp allows a great saving of energy in comparison with the traditional lamps.
Use in homes, offices, medium-sized indoor and outdoor areas, pedestrian walkways, etc..
Heat dissipation is effectively carried out through a patented ventilation system, with no electrolytic capacitors and oil-based lubricants
Wide beam and great color rendition. Life of more than 30,000 hours.
No vibrations and flickering. Instant start

 

Lampada per la crescita delle piante LA68P5 - Plant growth bulb

La fotosintesi clorofilliana è il processo per cui una pianta cresce e fruttifica. Essa si esplica con la presenza di 3 elementi fondamentali : acqua, sostanze nutritive e luce (6 H2O+6 CO2+luce = C6H12O6 glucosio - sostanza base della crescita ) + 6 molecole di ossigeno emesse nell'aria). Di notte, non essendo possibile lo sviluppo della funzione clorofilliana mancando la luce, l'anidride carbonica, CO2, rimane nell'atmosfera e negli ambienti chiusi.

Le piante da appartamento di solito hanno poca luce, quindi non hanno sviluppi considerevoli. La presenza di una luce artificiale aiuta e velocizza la crescita delle piante e ne anticipa la fruttificazione e la fioritura. La carenza di sole e di luce diminuisce anche la produzione di vitamine nei frutti e nei vegetali in genere. Infine una più rapida crescita della piante permette di ottenere un anticipo di produzione con immissione nel mercato di prodotti come primizie.

Le nostre lampade A68P5 utilizzano LED Nichia di alta potenza. La luce di questi LED , anche se artificiale, aiutano la crescita delle piante e dei fiori nel periodo in cui non vi è luce solare sufficiente, inverno e notte. Le lampade possono anche essere prodotte specificatamente per determinate piante e vegetali.

 

Photosynthesis is the process by which a plant grows and bears fruit . It is expressed in the presence of 3 basic elements: water, nutrients and light (6 CO2 + 6 H2O + light C6H12O6 = glucose ( the basic substance of growth ) + 6 oxygen molecules emitted into the air) . At night, it is not possible to develop the chlorophyll function in the absence of light. Carbon dioxide, CO2, remains in the atmosphere and in closed rooms.
The house plants usually have little light , so they have not considerable development . The presence of an artificial light helps and accelerates the growth of plants and anticipates the fruiting and flowering . The lack of sun and light also decreases the production of vitamins in the fruits and vegetables in general . Finally, a more rapid growth of the plants allows to obtain an advance of the production with the marketing of products such as first fruits and vegetables .
Our lamps A68P5 use  high-power Nichia LEDs . The light from these LEDs, although artificial , help the growth of plants and flowers in the period when there is insufficient sunlight , as winter and night . The lamps can also be produced specifically for certain plants and vegetables .

HONG KONG FAIR 2013
HONG KONG FAIR 2013

LAMPADA A68P5 per LA CRESCITA DELLE PIANTE

( prodotto in fase di brevetto - presentata per la prima volta alla Hong Kong International Lighting Fair 2013 ) -

Conformità al test per la sicurezza fotobiologica della lampada secondo IEC/EN62471

Particolarmente adatta per : 

Coltivazioni idroponiche, orticultura, serre, allevamenti, giardini, mostre di fiori, ecc.

Specifiche

50W  AC85V-AC265V, 50/60Hz, E27

LED Nichia colore 430nm-450nm e 630nm-660nm , blu e rosso

Caratteristiche del prodotto

. Sistema di ventilazione brevettato

. Accensione immediata, dimmerabile, nessun sfarfallio

. Due differenti funzioni, quattro applicazioni, 630-660nm, luce calda, per fruttificazione e fioritura e 430-450nm, luce fredda,  per lo sviluppo delle foglie e dei rami. Una sola lampada per quattro funzioni, con la possibilità di personalizzare la lampada secondo la tipologia di prodotto a cui è dedicata  ( pomodori o limoni, insalata o pianta...). Questa ultima nuova soluzione permette incrementi di sviluppo ancora superiori alle tradizionali lampade.

. Grande risparmio di energia rispetto alle lampade tradizionali. la nostra 50W può sostituire 

  lampade IM/SHP da 200-300W, circa il 75% in meno di consumo

. Senza emissione di raggi UV e IR può essere messa direttamente sopra la pianta

. Semplici da installare, un cavetto ed un portalampada, senza nessun reattore ed altri accessori elettrici.

. Approvata da un certificato biologico che ne attesta la salubrità e l'assenza di emissioni nocive alla salute.

 

A68P5 LAMP PLANT GROWTH
( Patent pending - presented for the first time at the Hong Kong International Lighting Fair 2013) -
Compliance to the test for photobiological safety according IEC/EN62471
Particularly suitable for :
Hydroponics , horticulture, greenhouses, farms , gardens, flower shows , etc. .
Specifications
50W AC85V- AC265V , 50/60Hz , E27
Nichia LED color 430nm - 450nm and 630nm - 660nm , blue and red
Product Features
. Patented ventilation system
. Instant on, dimmable, no flicker
. Two different functions , four applications , 630- 660nm , warm light for fruiting and flowering and 430- 450nm , cold light, for the development of the leaves and branches. A single lamp for four functions , with the possibility to customize the lamp according to the type of product which is dedicated to (tomatoes or lemons , salad or plant ... ) . This latest new solution allows increments of development still superior to the conventional lamps.
. Large energy savings compared to traditional lamps . Our 50W can replace the lamps IM / SHP 200 -300W , about 75 % less consumption
. No emission of UV and IR radiation, can be placed directly above the plant
. Easy to install, just a cable and a lampholder , with no ballast and other electrical accessories .
. Approved by a certificate which attests to the biological health and the absence of emissions harmful to health.

 

La fotosintesi clorofilliana - Photosynthesis

 Fotosintesi clorofilliana

 La fotosintesi clorofilliana è un processo biochimico molto importante, vitale alla sopravvivenza della pianta stessa. E' proprio attraverso la fotosintesi, infatti, che le piante si procurano il nutrimento necessario per crescere. Base e motore di questo processo è la clorofilla, pigmento di colore verde che si trova sullo strato superficiale della foglia. La clorofilla cattura la luce del sole, o delle lampade apposite durante la notte, trasformandola in energia chimica. A sua volta, tale energia prodotta serve per trasformare l'anidride carbonica assorbita dall'aria in zuccheri, nutrimento della pianta. Scarto della fotosintesi clorofilliana è l'ossigeno, a sua volta essenziale alla vita sulla Terra. Non tutta la gamma della luce è utilizzata dalle piante, ma solo una parte, quella parte racchiusa tra le lunghezze d’onda 400-450nm e quella tra 600-650nm. La nostra lampada A68P5 emette luce in queste due lunghezze d’onda

Photosynthesis
Photosynthesis is a biochemical process  very important and vital to the survival of the plant itselfIt 'just through photosynthesis, in fact, that plants procures the necessary nutrients to grow. Base and motor of this process is chlorophill, green color pigment which is located on the surface layer of the leaf. The chlorophyll captures the light of the sun, or of special lamps at night, transforming it into chemical energy. In turn, this produced energy is used to transform the carbon dioxide absorbed from the air into sugars, nourishment of the plant. Waste of photosynthesis is oxygen, which in turn is essential to life on Earth. Not the entire range of the light is used by plants, but only a part, the part enclosed between the wavelengths 400-450nm and between 600-650nm.
Our A68P5 lamp emits light in these two wavelengths

Coltivazioni idroponiche - Hydroponics cultivations

Informazioni generali sui sistemi idroponici

 

In questi ultimi anni la coltivazione di piante in serra  ha conosciuto una rapida evoluzione passando dalla coltivazione classica in terra alla coltivazione fuori terra ossia con substrati inerti. La coltivazione fuori suolo fu concepita inizialmente per la prevenzione di malattie e la selezione a scopo scientifico, successivamente gli sperimentatori si resero conto delle elevate produzioni che si potevano ottenere utilizzando la tecnica del “fuori suolo”.
La maggior parte dei coltivatori “fuori suolo” riferisce che le piante in un sistema idroponico si sviluppano più velocemente rispetto ad un sistema tradizionale in terra. Questo è dovuto ad una maggiore attenzione e controllo delle sostanze nutritive e ad un più ricco apporto di ossigeno all’apparato radicale. Le piante possono respirare con più facilità, e per questo accelerano il loro metabolismo ed impiegano meno tempo per crescere.
I rapporti e i risultati indicano come le piante in terra impiegano più tempo a completare il ciclo vitae rispetto alle piante sviluppate in ambienti idroponici arrivando ad avere dei ritardi nella maturazione di circa 2-3  settimane.

L’accorciarsi dei tempi di sviluppo porta con se numerosi vantaggi. Infatti si riducono di molto le ore di luce e quindi di accensione delle lampade e del funzionamento degli aspiratori, riducendo così le spesa della corrente elettrica e allungando la vita dell’impianto. Inoltre è importante ricordarsi sempre che più è breve è il ciclo meno probabilità ci sono che si sviluppino malattie. Una rapida crescita garantisce una maturazione anticipata e un periodo di crescita più ridotto. Inoltre, con substrati di terra, la crescita della pianta tende a rallentare quando le piante iniziano a fissarsi alla terra con le radici, fenomeno che non interessa le colture fuori suolo.
In generale la presenza di fattori biotici ed abiotici é più controllabile in un ambiente protetto (serre) e ridotto al minimo nel caso di una coltivazione fuori suolo. Le condizioni di lavoro sono migliori dall'impianto alla raccolta, la produttività a metro risulta più alta, grazie ad una densità di piantine più alta e a maggiori produzioni. Gli unici svantaggi che ci sentiamo di citare sono legati ad un più alto investimento iniziale ed una maggiore professionalità da parte del coltivatore.
Le colture idroponiche dovrebbero essere impiegate in ambienti illuminati artificialmente o comunque in serre per poter tenere sotto controllo le condizioni ambientali. Proprio il rispetto delle condizioni ambientali necessarie permette di velocizzare la crescita delle piante e di ottenere la maturazione in meno tempo. Non è comunque esclusa la possibilità di utilizzare questi sistemi in coltivazioni outdoor.

Nella coltura idroponica il substrato di  coltivazione viene impregnato della sostanza nutritiva (acqua più fertilizzanti) con il vantaggio di trattenere l'umidità, ma allo stesso tempo di drenare molto bene la parte di liquido in eccesso.  Le piante cresciute in idroponica ricavano i nutrimenti dalla soluzione usata per innaffiare le piante; questi fertilizzanti sono studiati appositamente per questo tipo di coltura e hanno la caratteristica di essere facilmente “digeriti” dalle piante.
Altro vantaggio è dato dal fatto che questo sistema colturale permette di usare vasi più piccoli rispetto a quelli usati con la terra o addirittura di non usarli, lasciando la parte radicale delle piante a diretto contatto con la soluzione nutritiva. Questo sarebbe difficile da realizzare coltivando in  terra, dal momento che con una quantità troppo ridotta di substrato i nutrimenti verrebbero subito consumati. Inoltre le radici verrebbero private dell'ossigeno nel fissarsi alla terra. Questo non avviene con  le piante che si sviluppano in ambienti idroponici, dal momento che le radici possono assorbire i nutrimenti direttamente dalla soluzione nutritiva che le idrata continuamente ed ossigenarsi continuamente perché non costrette dal substrato.
Il substrato ideale per la germinazione e la radicazione delle talee è la lana di roccia. Avvenuta la germinazione è sufficiente riporre il cubetto di lana di roccia all’interno del sistema idroponico ed eventualmente annegarlo nell’argilla espansa (se necessario), avviare il sistema di distribuzione dell’acqua e controllare i valori di pH ed EC.
La lana di roccia, grazie alla sua natura fibrosa, è in grado di trattenere molta più acqua della terra e nel contempo molta più aria. Il suo pH è leggermente basico è prima di utilizzarlo è necessario portare il valore del loro pH intorno a 6. Per fare questo occorre immergere i cubetti per 24 ore in una soluzione con acqua a pH neutro.
La somministrazione della soluzione nutritiva è garantita dal funzionamento stesso del sistema idroponico.

Manutenzione dei sistemi idroponici

Per una corretta riuscita di una coltivazione idroponica è necessario tenere sotto controllo due parametri fondamentali: il pH (acidità) e l’EC (soluzione di sali). Occorre misurare il pH e l’EC ogni 4-5  gg. ed apportare le dovute correzioni.
Inoltre è importante avere alcuni accorgimenti al fine di evitare la concentrazione di sali nelle parti del sistema è necessario:
- dilavare volta ogni 10gg il  substrato di coltivazione e i cubetti di lana di roccia con acqua pura e tiepida  con pH 6;
- cambiare la soluzione nutritiva ogni 10gg circa;
- lavare il sistema una volta al mese.

I nutrimenti per coltivazioni idroponiche

Nelle colture “fuori suolo” per ottenere una crescita ed una produzione ottimale delle piante occorre usare dei fertilizzanti appositi. Fondamentale diventa quindi l'analisi dell'acqua per determinare una corretta ed equilibrata concimazione.
Alcuni elementi presenti nei fertilizzanti comuni come il Ca e Fe se si trovano in soluzione concentrate  precipitano in presenza di fosfati e solfati (anche questi presenti nei fertilizzanti), quindi occorre separare questi elementi inserendoli in 2-3  confezioni  separate. E’ questo il motivo per cui la maggior parte dei fertilizzanti per colture idroponiche sono forniti in confezioni separate e vanno miscelati solo al momento della somministrazione.
Il valore dell’EC  dipende da molteplici fattori;
- stadio fisiologico della pianta
- clima
- qualità' dell'acqua
- EC dell'acqua di drenaggio

Sistemi idroponici NFT (Nutrient Film Technique)

Molti coltivatori utilizzano sistemi idroponici NFT per ottenere produzioni più abbondanti. Questo è possibile perché le radici hanno un continuo apporto di ossigeno. Inoltre i tradizionali sistemi NFT sono anche facili da installare e da gestire. Per questo motivo sono tra i sistemi più diffusi sul mercato.

Come funziona un sistema idroponico NFT?

La traduzione letterale di Nutrient Film Technique suona più o meno come “Tecnica del nastro nutritivo”, e di fatto questi sistemi lavorano proprio generando una pellicola di soluzione nutritiva che alimenta le radici delle piante. I sistemi NFT sono solitamente costituiti da due elementi: la cisterna che contiene la soluzione nutritiva e il vassoio che ospita le piante. Con l’aiuto di una pompa ad immersione posta all’interno della cisterna con la soluzione nutritiva e collegata al vassoio che ospita le piante, le radici vengono continuamente irrorate con un velo d’acqua. Una volta drenata la soluzione nutritiva torna nella cisterna originando così un ricircolo d’acqua continuo. Il risultato è il formarsi di un tappeto di radici immerso nella soluzione nutritiva all’interno del vassoio.

Prima di cominciare ad utilizzare un sistema NFT

Innanzi tutto è necessario avere l’accortezza di porre le piante all’interno del vassoio drenante solo se forti ed in salute. Bisogna assicurarsi che le radici siano già folte al di fuori del cubetto di propagazione e di un bel colore bianco. Evitare quindi di introdurre nel sistema le piante prima che queste condizioni si verifichino. In caso contrario il cubetto di propagazione si impregnerà eccessivamente d’acqua causando molto probabilmente la morte della pianta a causa della mancanza di ossigenazione dell’apparato radicale. Pochi giorni prima del passaggio delle piante all’interno del vassoio drenante riempire il sistema con acqua pura (senza fertilizzanti). Questo farà si che la temperatura dell’acqua si uniformi a quella dell’ambiente e che evapori l’eventuale cloro presente. Se la temperatura dell’acqua resterà al di sotto dei 18° C sarà necessario intervenire con appositi riscaldatori ad immersione per portarla intorno ai 22° C. Si può approfittare di questo periodo di rodaggio per assicurarsi dell’assenza di fessure nella cisterna e del corretto funzionamento della pompa ad immersione. Prima di cominciare è ancora necessario assicurarsi dell’effettivo volume d’acqua contenuto nella cisterna per poter realizzare correttamente la soluzione nutritiva una volta che il sistema sarà operativo e posizionare lo spreader mat (tappetino diffusore, ndr) sul vassoio drenante curandosi che oltrepassi leggermente il fondo del vassoio stesso da cui la soluzione nutritiva torna nella cisterna. Infine accertarsi che il flusso d’acqua sia compreso tra i 400 ml e i 1200 ml al minuto e che la pendenza del sistema sia dell’ordine di 1:50. Questi accorgimenti preverranno il formarsi del ristagno della soluzione nutritiva all’interno del vassoio drenante.

Utilizzare un sistema idroponico NFT

Nel posizionare le piante all’interno del vassoio drenante è importante mantenere tra di esse la distanza necessaria in funzione della specie (ad esempio le piante di lattuga possono essere posizionate molto più vicine rispetto al pomodoro). Le piante che crescono in un sistema idroponico NFT sembra preferiscano che le loro radici si sviluppino insieme originando un vero e proprio tappeto vegetale sul vassoio drenante.
Se il passaggio delle piante dall’ambiente di germinazione al vassoio drenante avrà successo le radici si svilupperanno molto velocemente all’interno del flusso d’acqua. Con le giuste condizioni la loro crescita sarà di diversi centimetri al giorno. Per questo motivo i segnali di un buon lavoro si potranno avere fin dalle prime 40 ore. A questo punto è necessario aggiungere l’acqua eventualmente necessaria e si può procedere all’inserimento dei fertilizzando, cominciando con dosi dimezzate rispetto a quelle ottimali. Una volta realizzata la soluzione nutritiva sarà necessario ancora modificare il pH in modo da farlo tendere ad un valore compreso tra 5.5 e 6.5. I metodi di regolazione del pH dipendono dalla qualità dell’acqua.

Manutenzione del sistema idroponico NFT

Quando si coltiva  con un sistema NFT è molto importante evitare improvvisi cambiamenti nel valore del pH e della quantità di fertilizzanti disciolti nella soluzione nutritiva. Cambi repentini possono causare una forte concentrazione di sali che preclude la capacità delle piante di assorbire i nutrienti. Se questa condizione si prolunga si rischia inoltre di interrompere la crescita della pianta o addirittura ad ucciderla. Per questo motivo è essenziale controllare quotidianamente il livello del pH e correggerlo se necessario, soprattutto nel caso si utilizzi acqua dura, condizione più soggetta a questo tipo di incidente soprattutto se abbinata all’utilizzo di cubetti di lana di roccia. Quindi se si verificano queste condizioni non bisogna allarmarsi, ma intervenire tempestivamente per riportare il pH ai livelli desiderati.
Non lasciare mai che il livello della soluzione nutritiva nella cisterna scenda troppo. Questo potrebbe provocare un’eccessiva concentrazione di nutrienti causando danni alle piante.
Se si usa un misuratore per la concentrazione dei Sali (EC tester, ndr) è importante, per avere una lettura più precisa, effettuare la misurazione almeno un’ora dopo la preparazione della soluzione nutritiva.

Per ottenere buoni risultati dalla propria coltivazione idroponica è importante che le radici godano di ottima salute, quindi è necessario controllarle periodicamente e con regolarità ricordando alcuni particolari.
Le radici primarie, le più larghe in diametro e le prime ad emergere dal cubetto di propagazione cresceranno fin da subito molto rapidamente. Le radici secondarie, che si diramano dalle primarie, sono di diametro più ridotto. La grande superficie che sviluppano è l’elemento che gli permette di assorbire l’acqua ed i minerali disciolti che costituiscono la soluzione nutritiva. Infine, il terzo livello, il più capillare, si dedica alla assorbimento dell’ossigeno necessario alla salute della pianta. Bisogna assicurarsi che questa parte sia sempre un po’ al di sopra della soluzione nutritiva.
Per questo motivo è necessario impedire il ristagno della soluzione nutritiva. Per ottenere questo è sufficiente assicurarsi che sia corretta la pendenza del vassoio drenante e che il flusso della soluzione nutritiva sia sempre cospicuo.

 


General information on hydroponic systems
In recent years, growing plants in greenhouses has experienced a rapid evolution passing from the classical cultivation in land cultivation that is above ground with inert substrates . The soilless cultivation was originally conceived for the prevention of disease and selection for scientific purposes , after investigators realized the high production that could be obtained using the technique of "off the ground."
Most of the farmers " soilless " reports that the plants in a hydroponic system grow faster compared to a traditional system in the ground. This is due to increased attention and control of nutrients and a richer supply of oxygen to the root system . The plants can breath easier , and therefore accelerate the metabolism and take less time to grow.
The reports and the results indicate that the plants in the ground take longer to complete the cycle vitae compared to plants grown in hydroponic environments, coming to have delays in the maturation of about 2-3 weeks.
The shortening of development time brings with it many advantages. In fact, it greatly reduce the hours of light , and then ignition of the lamps and the operation of vacuum cleaners , thus reducing the expense of electrical current and extending the life of the plant. In addition, it is important to always remember that the shorter the cycle is less likely is it that you develop diseases. A rapid growth allows for earlier maturation period and a smaller growth . In addition, substrates of land, plant growth tends to slow when the plants start to stare at the ground with the roots , a phenomenon that does not affect the soilless cultures .
In general, the presence of biotic and abiotic factors is more controllable in a protected environment (greenhouses ) and reduced to a minimum in the case of a soilless cultivation . The working conditions are the best from the plant to the collection, the productivity is higher in meters , thanks to a density of seedlings higher and higher production . The only drawbacks that we would like to mention are related to a higher initial investment and greater professionalism on the part of the farmer .
Hydroponics should be used in artificially lit rooms or otherwise in greenhouses to monitor environmental conditions. Its compliance with the conditions necessary environmental permits to increase plant growth and maturation to obtain in less time. It is not , however, exclude the possibility of using these systems in outdoor crops .
In hydroponics the cultivation substrate is impregnated with the nutrient medium ( water plus fertilizer ) with the advantage of retaining moisture , but at the same time to drain very well part of the excess liquid. Plants grown in hydroponics derive nutrients from the solution used to water the plants, these fertilizers are designed specifically for this type of crop and have the characteristic of being easily " digested " by the plants.
Another advantage is the fact that this culture system allows the use of smaller vessels than those used with the earth or even not to use them , leaving the root system of plants in direct contact with the nutrient solution . This would be difficult to achieve in cultivating land , since with a too small amount of substrate nutrients would be immediately consumed . In addition, the roots would be deprived of oxygen in the fixed to the ground. This is not the case with the plants that grow in hydroponic environments , since the roots can absorb nutrients directly from the nutrient solution that continuously hydrated and oxygenated continuously because not forced from the substrate .
The ideal substrate for germination and rooting of cuttings is the rock wool. Germination occurred is sufficient to store the cubes of rock wool inside the hydroponic system and eventually drown in the clay expanded ( if necessary) , start the water distribution system and check the values of pH and EC .
The rock wool , thanks to its fibrous nature , is able to retain much more water of the earth and at the same time much more air. Its pH is slightly alkaline is the first to use it is necessary to bring the value of their pH around 6 . To do this it is necessary to immerse the cubes for 24 hours in a solution with water to neutral pH.
The administration of the nutrient solution is guaranteed by the very functioning of the hydroponic system .

 

Maintenance of hydroponic systems
To correct a successful hydroponic cultivation is necessary to control two basic parameters: the pH (acidity ) and the EC ( salt solution ) . Measure the pH and EC every 4-5 days. and make the necessary corrections.
Also it is important to have some precautions in order to avoid the concentration of salts in the parts of the system is needed:
- Once every 10 days flush the growing medium and rockwool cubes with pure water and warm at pH 6;
- Change the nutrient solution approximately every 10 days ;
- Flush the system once a month .

 

The nutrients for hydroponic
In cultured " soilless " to achieve optimal growth and production of plants must use special fertilizer . Then becomes the fundamental analysis of water to determine a fair and balanced fertilization .
Some common elements in fertilizers such as Ca and Fe if they are in concentrated solution precipitated in the presence of phosphates and sulfates (also in fertilizers ) , so you need to separate these elements by placing them in separate packages 2-3 . And 'this is the reason why most of the fertilizer for hydroponics are supplied in separate packages and are mixed only at the time of administration .
The value of EC depends on many factors ;
- Physiological stage of the plant
- climate
- Quality ' water
- EC of the drain water

 

Hydroponic Systems NFT ( Nutrient Film Technique)
Many growers use NFT hydroponic systems to get the most abundant products . This is possible because the roots have a continuous supply of oxygen . Furthermore, traditional NFT systems are also easy to install and manage. For this reason they are among the most popular systems on the market.


How does a hydroponic NFT system ?
The literal translation of Nutrient Film Technique sounds more or less like "Technique of nutritional tape " , and in fact these systems work just generating a film of nutrient solution that feeds the roots of the plants. NFT systems are usually made up of two elements: the tank that contains the nutrient solution and the tray that houses the plants. With the help of a submersible pump located inside the tank with the nutrient solution and connected to the tray which houses the plants , the roots are continuously sprayed with a veil of water . Once the nutrient solution drained back into the tank thus originating a continuous supply of fresh water . The result is the formation of a mat of roots immersed in the nutrient solution within the tray .

 

Before you begin using an NFT system
First, you must be careful to place the plants inside the tray draining only if strong and healthy. You have to make sure that the roots are already thick outside the cube and propagation of a beautiful white color. Then introduced into the system to avoid the plants before these conditions occur. Otherwise the cube of propagation will soak excessively water possibly causing the death of the plant due to lack of oxygenation of the radical . A few days before the passage of the plants inside the tray draining fill the system with pure water ( without fertilizers ) . This will ensure that the water temperature is uniform in the environment and evaporate any chlorine present. If the water temperature remains below 18 ° C will be necessary to intervene with the appropriate immersion heaters to bring around 22 ° C. You can take advantage of this break-in period to ensure the absence of cracks in the tank and the proper operation of the submersible pump . Before you start make sure you still need the actual volume of water contained in the tank in order to properly implement the nutrient solution once the system is operational and position the spreader mat ( mat diffuser , ed) on the tray draining caring that goes beyond the slightly bottom of the tray itself from which the nutrient solution back into the tank . Finally make sure that the flow of water is between 400 ml and 1200 ml per minute and that the slope of the system is of the order of 1:50 . These measures will prevent the formation of stagnant nutrient solution into the tray draining.


Use an NFT Hydroponic System
In place the plants inside the tray draining is important to maintain the necessary distance between them as a function of species (eg lettuce plants can be positioned much closer than the tomato ) . The plants growing in a hydroponic NFT system seems to prefer that their roots develop together giving rise to a veritable carpet of plants on the tray draining.
If the passage of the plants from the germination to the draining tray will succeed the roots will grow very quickly, within the flow of water. With the right conditions their growth will be several centimeters per day . For this reason, the signals of a good job you can obtain from the first 40 hours. At this point it is necessary to add water may be required and you can proceed with the placement of fertilizing , starting with half doses than optimal . Once made the nutrient solution will need yet change the pH so that it will tend to a value between 5.5 and 6.5. The methods of adjusting the pH depend on the water quality.


Maintenance of the hydroponic NFT System
When cultivating with a NFT system is very important to avoid sudden changes in the pH value and the amount of fertilizer dissolved in the nutrient solution . Sudden changes can cause a high concentration of salts which precludes the ability of plants to absorb nutrients . If this condition continues you may also stop the growth of the plant or even kill it. For this reason it is essential to daily check the pH level and correct it if necessary, especially in case of using hard water , a condition more prone to this type of accident especially if combined with the use of cubes of rock wool. So if you are experiencing these conditions do not be alarmed , but act quickly to bring the pH to the desired levels .
Never let the level of the nutrient solution in the tank falls too . This could result in an excessive concentration of nutrients , causing damage to the plants.
If you are using a meter to the concentration of salts ( EC tester , ed) it is important to have a more accurate reading , measure at least one hour after the preparation of the nutrient solution .
To get good results from your hydroponic cultivation is important that the roots enjoy excellent health, so you need to check it periodically and regularly remembering some details.
The primary roots , the larger in diameter , and the first to emerge from the cube of propagation will grow right away very quickly. The secondary roots , which branch out from the primary , are of smaller diameter . The large surface that develop is the element that allows them to absorb the water and the dissolved minerals that make up the nutrient solution. Finally, the third level , the most widespread , is dedicated to the absorption of oxygen necessary for the health of the plant. You have to make sure this part is always a bit ' above the nutrient solution.
For this reason it is necessary to prevent the stagnation of the nutrient solution . To obtain this it is sufficient to make sure that it is correct the slope of the drainage tray and that the flow of the nutrient solution is always conspicuous.